La cognizione incarnata – o embodied cognition – è un ramo della ricerca scientifica che studia come la correlazione tra corpo e mente impatta sulla cognizione.

Pensa a come il tuo corpo reagisce alla scena di paura in un film irrigidendo i muscoli e accelerando il battito cardiaco o a come tendi involontariamente a modulare il tono di voce per allinearlo a quello del tuo interlocutore. Ecco, ora invece pensa a quanto ti sentivi importante con un microfono in mano o più fiero di te stesso dopo avere cambiato postura raddrizzando la schiena e allargando le spalle.

Se vorrai approfondire i temi dal punto di vista scientifico divulgativo ti lascio subito qualche link a tema cognizione incarnata, neuroplasticità e attenzione focalizzata:

Ma ora torniamo all’applicazione nella vita di tutti i giorni.

La Cognizione Abbigliata: modifica il corpo, modifica la realtà.

All’interno del macro insieme della cognizione incarnata, c’è un concetto ancora più interessante che è la Cognizione Abbigliata e come avrai inteso è quel fenomeno che descrive come i nostri processi cognitivi e decisionali siano condizionati dal modo in cui plasmiamo il nostro corpo.

La buona notizia è che hai la scienza dalla tua parte per raggiungere i tuoi obiettivi in modo più strutturato. La cattiva notizia è che molti malintenzionati hanno traviato questi concetti, racchiudendoli sotto pseudo segreti e pseudo magia, ma oggi faremo chiarezza e vediamo come puoi utilizzarli per te e il tuo team di lavoro in modo sano.

Quella volta che usai senza saperlo la Cognizione Abbigliata

Dovevo riprendermi dal più grande fallimento della mia vita e uno dei primi investimenti che feci con i pochi spiccioli che guadagnavo tra un lavoro e l’altro fu proprio sulla mia Cognizione Abbigliata, senza sapere che si chiamasse così.

Quando mi guardavo allo specchio vedevo solo il tracollo personale, familiare e finanziario che mi aveva investita pochi mesi prima e questo  influenzava in modo drammatico la mia capacità di vendermi ai potenziali clienti.

Ero sempre io, le competenze erano quelle, le capacità anche. Ma quando sei nel baratro fai molta fatica a credere ancora in te e a un certo punto compresi che serviva una spinta dall’esterno.

Il portafoglio contraffatto, la neuroplasticità e l’attenzione focalizzata

Comprai a poco prezzo – mi arresteranno se lo dico, ma sono quasi certa fosse contraffatto – un portafoglio di Gucci. Avevo bisogno di legare indissolubilmente l’atto di tirare fuori i soldi a una sensazione di ricchezza e cosa meglio se non uno dei brand status symbol? Se volevo diventare ricca, dovevo sentirmi ricca. E non c’entrano concetti edulcorati come la legge di attrazione, c’entra solo il modo in cui plasmiamo il cervello per trasformarci nella realtà. Se ti interessa studiarlo in modo meno edulcorato e fuffoso, approfondisci concetti quali la neuroplasticità e l’attenzione focalizzata.

Del resto – cito da StateOfMindL’esperienza attiva, come ad esempio l’attenzione focalizzata, determina l’eccitazione dei neuroni, i quali a loro volta possono portare all’attivazione dei geni rendendo possibile il verificarsi di trasformazioni a livello di struttura; funge da fattore abilitante alla crescita e al cambiamento effettivo e produce un concreto rinnovamento a tutto il sistema.

Secondo investimento fu in un set di foto in cui chiesi espressamente di rappresentare “la donna in carriera, realizzata e professionale” che volevo diventare.

Questa fu una delle foto più importanti per la mia svolta professionale, a opera di Chiara Fracassi di DirezioneOstinata.

Cognizione Abbigliata

Questa foto divenne lo sfondo del mio desktop, la firma della mia email e lo sfondo del mio cellulare. Ogni giorno mi vedevo così e ogni giorno il mio cervello tralasciava tutto ciò che parlava di fallimento, povertà, sacrifici, sofferenza e mi proiettava in un mondo in cui avevo il mio tailleur, camminavo nei corridoi di belle aziende e mi sentivo soddisfatta e realizzata. Nel giro di pochi mesi la mia vita si trasformò completamente, riuscivo a vendere la sostanza di cui ero fatta e che portava valore ai miei clienti, tutto il resto è storia.

Usare la Cognizione Abbigliata per perseguire gli obiettivi in azienda e nella vita quotidiana

La cognizione abbigliata e la cognizione incarnata non riguardano solo vestiti e foto, ma soprattutto non riguardano solo noi stessi. Puoi utilizzare queste tecniche per migliorare la vita e le prestazioni di tutte le persone che hai attorno, sia in famiglia che per il tuo team in azienda. A diversi clienti con problemi di team disgregato abbiamo suggerito poche semplici azioni, spesso low cost e i risultati si sono visti nel giro di poco tempo.

Provo a radunare tutte le idee che puoi mettere in pratica, prendendo spunto dalla mia quotidianità e dai suggerimenti che do in consulenza ai miei clienti.

Checklist cognitiva per il tuo successo personale

  1. Prenditi del tempo per immaginare che tipo di persona/professionista vuoi essere. Nel farlo, immagina i vestiti che indosserai, i posti in cui camminerai, le persone che frequenterai
  2. Fai un piccolo investimento per acquistare i vestiti che hai “visto” nel tuo sogno
  3. Acquista un servizio fotografico attraverso il quale fissare bene le immagini che rispecchiano il “te futuro”
  4. Fai in modo di avere sempre davanti la rappresentazione migliore di te
  5. Agisci, parla, comportati come se fossi già la persona che vuoi diventare
  6. Quando le persone esprimono gratificazione o ammirazione nei tuoi confronti, non rifuggire i complimenti con immotivata modestia. Ringrazia e congratulati con te stesso per i risultati che stai ottenendo
  7. Non boicottare i tuoi sogni. Smetti di puntare il dito dicendoti “ma tanto non accadrà mai”. Tu intanto inizia a lavorare in quella direzione, non ti preoccupare di quanti gradini riuscirai a salire, intanto comincia!
  8. Utilizza le giuste parole. Abbandona il condizionale e i “Ci provo”. Parla al presente o al futuro e dì “Ci riesco”, oppure “Sto lavorando per ottenerlo”. Non hai idea del potere che le parole hanno nel condizionare la realtà!

Checklist cognitiva per il tuo successo aziendale

  1. Assicurati di conoscere bene i tuoi valori aziendali, mettili nero su bianco e fai in modo che siano conosciuti e condivisi da tutto lo staff
  2. Assicurati di avere un’identità verbale e visuale definita e coerente
  3. Fai sentire le persone parte integrante di questa identità attraverso delle belle divise, spillette con il nome e il ruolo ed elementi personalizzati come block notes nominali
  4. Fai in modo che ci siano pareti e/o elementi di arredo del colore principale del tuo brand
  5. Allinea i valori con il tipo di oggetti che si trovano nella tua sede. Se per esempio i valori sono il divertimento e la leggerezza, opta per mobili dalle forme fuori dagli schemi, gadget simpatici, elementi di intrattenimento negli spazi comuni. Se i valori sono più orientati verso cultura, conoscenza, ecc… popola la tua sede di librerie ricche di volumi interessanti
  6. Definisci un dress code in linea con i valori aziendali! Un’azienda giocosa bandirà giacche e cravatte, un’azienda seriosa bandirà le t-shirt 😉
  7. Fornisci formazione in merito a questi concetti, facendo in modo che le persone usino un lessico orientato alla positività e alla costruttività (questo funziona anche con i figli, garantito!)
  8. Reindirizza le lamentele in un’apposita cassettina da aprire ogni mese e utilizzare come fonte di ascolto miglioramento. Il personale si sentirà ascoltato e la lamentela avrà un posto confinato nella vita d’azienda
  9. Metti ogni regola per iscritto e fai firmare il tuo decalogo a ogni dipendente: questo genererà un maggiore impegno e senso di responsabilità
  10. Innesca delle buone abitudini, come il riordino e la pulizia ogni mattina appena arrivati. La sera sarebbe solo ulteriormente stancante, la mattina aiuta a riordinare le idee
  11. La tua visione, i valori, il mindset sono importantissimi! Scrivili nelle pareti a lettere cubitali, affinché siano sempre presenti e facciano da bussola al team per rimanere sempre allineati e coesi
  12. Assicurati che le figure apicali siano il migliore esempio, non il peggiore. Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, diceva un saggio…
  13. Assicurati che il benessere sia sempre prioritario, perché nessuno di questi consigli può essere un tappeto sotto cui nascondere la polvere!

 

Se vuoi approfondire la cognizione incarnata e abbigliata o avere un progetto personalizzato per te o la tua azienda, parliamone insieme.