Nuovo? Scopri me e la mia storia

 

Qual è il mio campo d'azione?
Il digital branding

Cosa mi riesce particolarmente bene?
Il digital rebranding

Quanto ci ho messo a capirlo?
11 anni

Quanto ci ho messo a farne una professione con una risonanza esponenziale nel mercato?
3 mesi

Ma senza quegli 11 anni non sarebbe stato lo stesso. Ti spiego perché.
Il tempo è un bene prezioso e non rinnovabile, se hai fretta di sapere chi sono e cosa faccio, te lo lascio raccontare da chi lavora con me, per me o mi segue mettendo in pratica ciò che divulgo attraverso libri, contributi in libri altrui, articoli e social network.

Ti do anche la mia versione dei fatti, che credimi se ti dico che non è di parte perché sono molto severa con me stessa. Se hai qualche minuto da dedicarmi, lascia che ti racconti di me.

La mia storia

2004
2005
2007
2010
2012
2013
2013
2013
2014
2015
2016

2004

Inizio a lavorare come curatrice d’immagine aziendale mentre termino le superiori, nel tempo libero svolgo qualche lavoro come grafica e web designer. All’epoca usavo Swish e FrontPage

2004

2005

Inizio a studiare information technology e nel mentre continuo a lavorare nel settore marketing e fieristico

2005

2007

Mi metto in proprio come web designer, saltuariamente lavoro come dipendente come web designer, grafica, SEO

2007

2010

Apro una SAS che chiuderò nel 2016 per riaprire un’altra società

2010

2012

Luca Orlandini mi convince a iscrivermi su Google Plus e inizio ad avere grande visibilità online. Fu la mia svolta verso l’affermazione nel mercato digitale

2012

2013

Lo Studio Samo mi nota e mi chiede di fare qualche webinar di digital marketing (Google Plus, Web Design Strategico) per la loro società di formazione. Imparerò a parlare al pubblico e troverò in Jacopo e Valentina due grandi professionisti e due cari amici

2013

2013

Enrico Flaccovio mi contatta chiedendomi di scrivere un libro, anche questo svolterà  positivamente la mia vita

2013

2013

Valentina Falcinelli di Pennamontata mi nota e inizio a lavorare per lei. Imparerò tantissimo sui social, sul copywriting e troverò in lei la persona che più mi ha ispirata professionalmente nel digitale

2013

2014

Esce Il Manuale del Perfetto Web Designer, lo presento al JoomlaDay, ma sarà il canto del cigno della mia professione

2014

2015

Prima volta in cattedra per una giornata di lezione all’Università di Bologna, in pieno personal rebranding

2015

2016

Partecipo come relatrice a importanti eventi di settore tra cui Web Marketing Expo, Bologna Design Week e consolido il mio rebranding

2016
{"dots":"false","arrows":"true","autoplay":"true","autoplayInterval":"6000","speed":"300","fade":"false"}
 

A volte penso che se una decina d'anni fa mi fosse stata recapitata una diapositiva della mia carriera attuale, avrei avuto molto più coraggio nel fare certe scelte.
Mi sarei ascoltata con largo anticipo e tutto sarebbe andato a posto molto prima.
D'altro canto è vero che siamo il risultato del nostro passato e se non avessi concentrato in circa 12 anni le esperienze che molti non raccolgono in una vita, forse la diapositiva sarebbe diversa.

Non ho mai avuto la possibilità di fare ciò che volevo, perché 20 anni fa dovevi studiare nell'ottica dei settori "dove c'era lavoro" e nonostante i miei biechi tentativi di darmi alla psicologia o all'arte, sono stata spedita al Liceo Turistico. Ho scritto giusto tempo addietro una bellissima lettera aperta ai genitori per spiegare l'importanza di lasciare che i figli possano cavalcare le ambizioni, se la vuoi leggere la trovi qui.

Fatto sta che il mio animo ribelle e passionale alla fine ha avuto la meglio e ho fatto alcune scelte che mi hanno portata a lavorare nel marketing e nella comunicazione come dipendente. Ma mi sentivo soffocata, sfruttata, umiliata, sottovalutata. E ho fatto il salto verso la libera professione come grafica e web designer. Per anni fu un bagno di sangue e più passava il tempo più consapevolizzavo che la parte migliore di me non la potevo (o non la riuscivo) a vendere.

Non ero brava con il codice, anzi. Ma ero percettiva nel cogliere i punti di forza del business dei clienti, avevo una naturale predisposizione alla comunicazione
e il tutto veniva arricchito dalla passione per la psicologia e da un insospettabilmente utile corso di Product Management che facemmo come percorso sperimentale intracurricolare per 3 anni alle superiori.

Fatto sta che all'ennesimo potenziale cliente che drenava ogni goccia di mia competenza per poi farsi le cose in autonomia, ho deciso che dovevo avere il coraggio di fare un altro grande salto verso la professione che poteva dare una svolta al business dei clienti e alla mia carriera.

Il mio rebranding doveva durare diversi anni, il tempo di passare con calma ogni fase necessaria: da web designer generica a specializzata in restyling, poi strategist per eliminare la parte operativa e infine la specializzazione proprio in rebranding.

Ma lo straordinario algoritmo dell'allora LinkedIn Pulse accelerò i tempi (talmente tanto che venni chiamata come relatrice al prestigioso WME per raccontare la mia storia)
e nel giro di 3 mesi mi sono ritrovata a cercare due persone che lavorassero con me e... il resto è storia.

A cosa ti serve sapere tutto questo?

L'importanza è soggettiva, ma è oggettivo il fatto che sono una professionista che si è fatta da sola. Senza aiuti, senza finanziamenti, senza fidi in banca, senza le spalle coperte. Ho costruito ogni angolo della mia esistenza con le mie sole forze e andando avanti senza scendere a compromessi.

Se cerchi una persona che ha saltato dall'Università all'ufficio e applichi pedissequamente il contenuto di cento volumi scritti vent'anni addietro, beh quella non sono io. Ma se cerchi una persona che entri a fondo nell'anima del tuo brand, ne colga la vera forza (che forse nemmeno tu ancora conosci), abbia il coraggio di renderlo ancora migliore, ne sprema fino all'ultima goccia di potenza, ecco su questo io posso alzare la mano e dire con umiltà "sono io la persona giusta".

Se ritieni di avere potenzialità inespresse
hai solo 2 possibilità:

X